7 Immersioni Subacquee da Incubo

7 Immersioni Subacquee da Incubo

È una splendida giornata cristallina e serena, quando ti imbarchi per una fantastica immersione che ti porta giù attraverso le acque limpide e turchesi per esplorare i vivaci colori della vita marina. Per molti le immersioni subacquee sono un modo per rilassarsi e fuggire dalla quotidianità. Per i principianti, spesso si tratta di un sogno di vecchia data che si realizza. Non importa quale sia il tuo livello di esperienza, c’è sempre uno scenario pessimo che tutti coloro che si immergono sperano non gli capiterà mai. Immagina di tornare in superficie dopo un’epica immersione solo per scoprire che la barca con cui sei arrivato se n’è andata, lasciandoti disperso in mezzo al mare. Questo è un incubo che si realizza per chiunque, e potresti pensare che in tempi moderni come i nostri un incidente del genere sia quasi impossibile, ma in questi 7 casi è successo davvero… il più recente risale al 2013.

1. Tom e Eileen Lonergan -Australia

Il 25 gennaio del 1998 Tom ed Eileen Lonergan, due sommozzatori americani, hanno lasciato Port Douglas, in Australia, per un’immersione nella Grande Barriera Corallina. La coppia si è imbarcata alla barriera di St. Crispin con il proprio gruppo, e la loro barca ha fatto l’impensabile e ha lasciato il sito dell’immersione senza di loro. È stato solo più tardi che sono stati ritrovati gli averi della coppia a bordo della barca ed è stato verificato il fatto che mancavano all’appello. Purtroppo, i Lonergans non sono più stati ritrovati anche se alcune delle loro attrezzature sono state recuperate, portando a crederli presumibilmente annegati o divorati dagli squali. Sono sorte diverse controversie attorno a questo incidente, e dei sospetti riguardo alla loro misteriosa sparizione. Il film del 2003 “Open Water”, si dice sia basato sulla storia dei Lonergan.

Tom and Eileen Lonergan

Tom and Eileen Lonergan

Next ➞
ADVERTISEMENT
 
 

More on EscapeHere

Comments